Proambiente sostiene la campagna "Cervia sostenibile: indagine sulla mobilità della zona costiera"

08 Agosto 2020

Avviata la campagna “La tua Cervia sostenibile: indagine sulla mobilità della zona costiera”, che intende valutare alcuni aspetti della mobilità sostenibile dell’area costiera del comune di Cervia, con l’obiettivo di renderla più vivibile ed attrattiva. L’indagine e rivolta a chi vive, studia e lavora in città o a chi ne fruisce occasionalmente per vacanza. Prevede la compilazione in forma anonima di un questionario on-line, reperibile fino al 15 Settembre sul sito del Comune http://www.comunecervia.it/progetti/cervia-sostenibile.html . Il questionario è accompagnato da una breve video-animazione, disponibile sia in lingua italiana che inglese, prodotto da Proambiente Scrl.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto “La battigia eco-accessibile”, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito della L.R. 14/2014 - bando 2020 per la realizzazione di laboratori territoriali per l’innovazione e la sostenibilità delle imprese.

Il progetto è stato messo a punto dal Comune di Cervia in collaborazione con la Cooperativa Bagnini di Cervia, il Clust-ER Greentech e il Centro per l’Innovazione della Fondazione Flaminia (CIFLA).

Ha l’obiettivo di creare valore territoriale, agendo sulle leve della sostenibilità ambientale e sociale, attraverso la sinergia pubblico-privato al fine di aumentare la mobilità sostenibile a ridosso della fascia costiera, aumentare il grado di accessibilità e sostenibilità della spiaggia e degli stabilimenti balneari, ed aumentare la sensibilità e l’impegno ad adottare comportamenti e business sostenibili.

Il progetto della durata di 18 mesi, prevede una fase di analisi del contesto e della domanda (di cui l’indagine fa parte), l’individuazione di buone pratiche nel campo del turismo sostenibile ed accessibile lungo la costa, momenti  di confronto e formazione multidisciplinare sui temi della sostenibilità ed accessibilità, rivolti agli operatori balneari. Si passerà poi alla realizzazione di laboratori di co-progettazione, allo scopo di definire interventi pilota per la transizione verso una destinazione turistica sostenibile.

Per saperne di più:

Il comunicato stampa

Il video