• Home
  • News
  • GasFreeHens - Galline ovaiole a bassa emissione di ammoniaca

GasFreeHens - Galline ovaiole a bassa emissione di ammoniaca

Logo_GasFreeHens.jpg

12 Marzo 2019, Reggio Emilia, Comunicato stampa

Quantificare la riduzione delle emissioni di ammoniaca di alcune soluzioni innovative per i sistemi di allevamento alternativi alle gabbie è l’obiettivo del Gruppo Operativo per l’Innovazione GasFreeHens.

Benessere animale o tutela dell’ambiente? Pur avendo una priorità sancita da stringenti normative comunitarie, non sempre l’etica in allevamento va di pari passo con la riduzione dell’impatto ambientale.

 

È il caso dei sistemi di allevamento alternativi alle gabbie per le galline ovaiole che comportano, in generale, emissioni di ammoniaca e materiale particolato superiori ai sistemi in gabbia.

Per valutare in che misura alcune innovazioni introdotte nei sistemi alternativi alle gabbie siano in grado di mantenere comunque bassi i livelli emissivi, anche nelle stabulazioni a terra, è nato il Gruppo Operativo per l’Innovazione GasFreeHens. Il progetto valuterà, inoltre, come l’introduzione di tali innovazioni possa contribuire a ridurre le emissioni dalle successive fasi di stoccaggio e spandimento della pollina prodotta.

I sistemi di allevamento che verranno studiati sono: il sistema a voliera abbinato a tunnel esterno di essiccazione della pollina e il sistema a terra con ventilazione longitudinale sotto i posatoi.

Si tratta di due tipologie di stabulazione che hanno incontrato particolare diffusione in Emilia-Romagna, la prima in allevamenti di grandi dimensioni, la seconda in allevamenti medio-piccoli. Grazie alla rapida essiccazione della pollina le emissioni ammoniacali dovrebbero risultare mitigate rispetto a sistemi convenzionali a terra.

Obiettivo del GOI è quello di determinare il grado di contenimento delle emissioni di ammoniaca e gas serra realizzabile in queste due tipologie di allevamento utilizzando anche, in un caso, mangimi complementari ad azione antiossidante. I livelli di emissione di ammoniaca associati alle tecniche consentiranno di fornire elementi per una loro qualificazione come BAT.

La riduzione delle emissioni permetterà anche di mitigare l’impatto ambientale dovuto ai composti odorigeni, migliorando la sostenibilità ambientale e sociale degli allevamenti.

Fra le attività previste nel progetto vi sono lo sviluppo e la realizzazione, da parte del partner Proambiente, di sensori elettrochimici a basso costo e di semplice installazione, in grado di monitorare in continuo la concentrazione di ammoniaca dell’aria dei ricoveri e con caratteristiche di affidabilità e robustezza tali da renderli idonei a essere utilizzati nelle aziende avicole.

Il progetto, un Piano di innovazione finanziato dal Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020, si concluderà nel 2020. Fanno parte del Gruppo Operativo multidisciplinare: Centro Ricerche Produzioni Animali - CRPA spa (Capofila), Fondazione CRPA Studi Ricerche, Proambiente S.c.r.l., Società Agricola FIORIN di Lionello & css, MICRO snc., Società Agricola di Stronati Alfio & C., Agricola Albarello srl, Assoavi

Per aggiornamenti sul progetto:
http://gasfreehens.crpa.it

Scarica il comunicato stampa

Tags: Monitoraggio Atmosfera Sviluppo Strumenti e Sensori