17 Novembre 2018

In occasione del Sea Drone Tech Summit 2018, che si è svolto a Gallipoli nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018, è stato presentato al pubblico l'ultimo nato della gamma dei robot autonomi S.Wa.P.: OPENSWAP.
Nella giornata di sabato 17 si sono svolte le dimostrazioni operative del sistema nella area marina dimostrativa attrezzata presso il Circolo della Vela – Molo San Giorgio. Nell'occasione il ricercatore di Proambiente Dr. Fabrizio Del Bianco è stato intervistato da Skytg24, potete visionare il serivizio a questo link:

https://video.sky.it/news/cronaca/la-rivoluzionedei-droni-marini/v467468.vid

8-9 Giugno 2017

 8-9 giugno Bologna ospita la manifestazione Research to Business – Salone della Ricerca Industriale e delle Competenze per l’Innovazione giunta alla sua 12 edizione.

La manifestazione, realizzata grazie ai fondi europei 2014-2020 della regione Emila Romagna è una occasione in cui trovare nuove tecnologie e competenze, ma anche, scoprire le politiche per la competitività, la ricerca del futuro, le innovazioni del presente, l’Europa e i mercati internazionali.

Il Consorzio Proambiente sarà presente al Padiglione 33 stand C5 per presentare i risultati sinora raggiunti nell’ambito del Progetto NAIADI, IPA/BC Monitor e per mostrare ai più curiosi alcuni prototipi realizzati.

8-11 Novembre 2016

Torna a Rimini anche quest’anno l’appuntamento con Ecomondo, la fiera incentrata sulla Green Economy e sulle soluzioni tecnologiche più avanzate e sostenibili per la gestione dell’ambiente e le sue risorse. Il Consorzio Proambiente sarà presente nell’area D2, stand 25 per illustrare i suoi prodotti di punta, tra cui i mezzi autonomi di superficie S.Wa.P. Trovate maggiori informazioni sull’evento al seguente link: http://www.ecomondo.com

18-19 Maggio 2017

Il 18-19 maggio 2017 Proambiente è stato invitato a partecipare al “1st EU Environmental Research Infrastructures–Industry Joint Innovation Partnering Forum” (http://www.envriplus.eu/2017/01/26/1st-eu-environmental-ris-industry-forum/) a Grenoble in Francia.

Durante l’evento, 23 infrastrutture di ricerca ambientale paneuropee (ENVRI RIs) e i membri del progetto H2020 ENVRIplus, si sono incontrati con i partner del settore privato per esplorare le possibilità di presentare nuovi progetti innovativi congiunti.

In questa occasione il personale di Proambiente ha incontrato i ricercatori e le aziende coinvolte illustrando gli obbiettivi del progetto NAIADI e le potenzialità dei sistemi S.Wa.P.

9-11 Aprile 2019

Anche quest'anno Proambiente ha partecipato alla principale fiera Europea del settore della strumentazione marine Ocean Business 2019 tenutasi a Southampton (UK), dal 9 al 11 aprile.

9-10 Giugno 2016

Anche quest’anno torna a Bologna la consueta manifestazione Research to Business, la fiera italiana dedicata alle nuove tecnologie. Il Consorzio Proambiente sarà presente al Padiglione 33, stand D6 per presentare il progetto NAIADI, di cui è capofila, e le innovative tecnologie alla base dello sviluppo dei suoi “robot acquatici”. Lo staff scientifico di Proambiente sarà inoltre disponibile a illustrare gli altri prodotti e servizi offerti dal consorzio, illustrandone il processo creativo e le applicazioni.

6-7 Giugno 2019

6-7 giugno Bologna ospita la manifestazione Research to Business – Salone della Ricerca Industriale e delle Competenze per l’Innovazione giunta alla sua 14 edizione.

La manifestazione, realizzata grazie ai fondi europei 2014-2020 della regione Emila Romagna è una occasione in cui trovare nuove tecnologie e competenze, ma anche, scoprire le politiche per la competitività, la ricerca del futuro, le innovazioni del presente, l’Europa e i mercati internazionali.

Il Consorzio Proambiente sarà presente al Padiglione 33 stand E04 per presentare i risultati sinora raggiunti nell’ambito del Progetto POR-FESR INFORMARE e per mostrare ai più curiosi alcuni dei sui ultimi prototipi realizzati.

Giugno 2018

La Regione Emilia-Romagna promuove la cultura della responsabilità sociale d’impresa e l’innovazione responsabile, sostenendo progetti coerenti con gli obiettivi globali delineati dall’Agenda 2030 e con la Carta dei principi di responsabilità sociale della Regione Emilia-Romagna. Il sostegno si esprime anche attraverso il Premio ER.RSI Innovatori Responsabili, indetto annualmente.

Il personale di Proambiente è specializzato in rilievi batimetrici e geofisici in ambienti acquatici a basso fondale, in particolare in:
- aree costiere (zone marine protette, arenili, barriere di difesa del litorale)
- bacini artificiali (porti, dighe, canali artificiali)
- acque interne (laghi, fiumi, lagune).

Ottobre 2016

In occasione del Dronitaly 2016, fiera italiana dedicata al mondo dei droni sia per utilizzi professionali che hobbistici, che si terrà a Modena dal 30 Settembre al 1 Ottobre, il Consorzio Proambiente è stato invitato a partecipare con un suo stand dove mostrerà i primi mezzi autonomi SWAP per indagini in ambienti acquatici. In una manifestazione a prevalente concentrazione di droni aerei, speriamo di destare curiosità e interesse nei visitatori con i nostri droni acquatici. Ci trovate nell’area A8. Ulteriori informazioni sull’evento sono disponibili al seguente link: http://www.dronitaly.it

Maggio 2016

I primi prototipi di mezzo autonomo S.Wa.P. sono stati recentemente coinvolti in una campagna di indagine archeologica nella laguna di Santa Giusta, in provincia di Oristano. Il rilievo, che ha visto coinvolti il Consorzio Proambiente, l’ISMAR-CNR di Bologna, l’IAMC di Torre Grande, l’Università di Cagliari, la Sovrintendenza della Sardegna e il Comune di Santa Giusta, ha portato alla luce alcuni reperti di epoca fenicia, tra cui anfore contenenti resti animali, che sono stati recuperati e inviati a Cagliari per studi più approfonditi. S.Wa.P. ha inoltre raccolto importanti informazioni sulla geologia della laguna, permettendo di conoscerne più a fondo la sua evoluzione arrivando a decifrare dove fosse localizzata l’antica linea di riva all’epoca dei cimeli individuati.

Settembre 2016

Una delle applicazioni dei mezzi autonomi S.Wa.P. prevede la possibilità di individuare oggetti sepolti o giacenti sul fondo in ambienti acquatici. In quest’ottica è stata condotta una campagna di indagine nelle acque del Lago Trasimeno, in località Tuoro sul Trasimeno, per individuare eventuali resti di una battaglia che ha visto Romani e Cartaginesi di Annibale scontrarsi lungo le sponde del lago nel 217 a.C.. Il rilievo ha coinvolto il Consorzio Proambiente, l’ISMAR-CNR di Bologna, il Politecnico di Torino, la Soprintendenza Archeologica dell’Umbria, così come la Regione stessa, la Provincia di Perugia e il Comune di Tuoro sul Trasimeno. I dati raccolti evidenziano degli oggetti estranei alla sedimentazione lacustre di dimensioni paragonabili a quanto ci si può aspettare da resti archeologici di una battaglia dell’epoca. I risultati sono ora al vaglio della soprintendenza e degli enti comunali preposti per la progettazione di una campagna di scavo nel lago che possa recuperare gli oggetti individuati.

Dicembre 2016

È disponibile online il numero di Dicembre della rivista “Agricoltura” della Regione Emilia-Romagna. All’interno è presente un articolo sul mezzo autonomo S.Wa.P. che lo mostra in azione lungo il Cavo Napoleonico, in provincia di Ferrara, per raccogliere dati sulla sedimentazione evidenziando come questa influisca sull’efficienza del canale artificiale riducendone le sue funzioni di canale scolmatore e bacino irriguo. Il rilievo è stato commissionato dal Servizio Tecnico Bacino Reno per programmare in maniera più efficiente le attività di manutenzione lungo il canale. La rivista nella sua edizione di Dicembre è disponibile al seguente link: http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/archivio-agricoltura/2016/dicembre-2016/dicembre-2016

Proambiente offre servizi di misure ambientali ed analisi chimiche

Sulla base della know-how e della strumentazione a disposizione vengono realizzate misure ambientali di varia natura in campo acquatico, atmosferico e in agricoltura. Grazie alle convezioni con i laboratori dei vari istituti del CNR di Bologna è possibile eseguire analisi di campioni di diversa natura nei relativi laboratori attrezzati.

foto in lab

AMBIENTI ACQUATICI
- utilizzo di droni acquatici (USV – Unmanned Surface Vehicle) strumentati e personalizzabili
- rilievi automatizzati di sismica a riflessione ad alta risoluzione
- rilievi automatizzati batimetrici e morfologici ad alta risoluzione
- habitat mapping automatizzato
- campionamento automatizzato di acque superficiali
- campionamento manuale di acque profonde
- misure dei principali parametri chimico-fisici della colonna d’acqua (pH, O2, T, Cond. Elettr., Clorofilla)
- videoispezioni subacquee
- Analisi spettrofotometrica UV-Vis, analisi del carbonio organico totale (TOC), della domanda chimica di ossigeno (COD), della domanda biologica di ossigeno (BOD) e della eco-tossicità delle acque trattate.
- Progettazione e realizzazione di campagne di misura
- Consulenza tecnico-scientifica

foto 1
QUALITÀ DELL’ARIA
- Misurazione di particolato atmosferico, black carbon, contatori di particelle
- Misure gassose ( CO2, NH3, ecc…)
- Supporto modellistico a misure sperimentali di campo
- Valutazione impatto di nuove tecnologie nel campo della qualità dell’aria
- Progettazione e realizzazione di campagne di misura
- Consulenza tecnico-scientifica

19 – 20 – 21 settembre 2018

Nel corso della Fiera REMTECH EXPO 2018, che si terrà a Ferrara Fiera dal 19 al 21 settembre, presso lo stand espositivo della Progetto POR-FESR Infrasafe i ricercatori di Proambiente saranno disponibili per descrivere ai visitatori dell'evento i sistemi autonomi SWAP e le attività svolte nel corso del progetto.

I dettagli della manifestazione sono disponibili al seguente link: www.remtechexpo.com

Luglio 2016

Uno degli ambienti chiave che ci si propone di investigare con i mezzi autonomi del progetto NAIADI sono le lagune. Le Valli di Comacchio rappresentano un classico esempio di ambiente lagunare dove risulta spesso difficile accedere o condurre delle indagini geofisiche e ambientali con la strumentazione classica. In quest’ottica sono stati condotti una serie di test strumentali volti a verificare lo stato di avanzamento dei lavori inerenti lo sviluppo della strumentazione in dotazione ai mezzi. I test hanno anche confermato quanto questi mezzi autonomi rendano agevole l’accesso in queste aree, riducendo enormemente le difficoltà logistiche delle indagini oltre che i rischi per gli operatori coinvolti.

Marzo 2018

È stato completato in questi giorni, nell’ambito del progetto GREEN LAKE, e per mezzo di una collaborazione tra l’Università Cattolica di Brescia, l’Istituto di Scienze Marine del CNR di Bologna e il Consorzio Proambiente, un rilievo estensivo del fondale del lago di Garda che ci offre una nuova interessante prospettiva su questo che è il più esteso lago italiano.