Le competenze maturate in decenni di attività di ricerca del CNR rappresentano un valido know how che Proambiente impiega per risolvere problematiche ecologiche in ambienti marini, fluviali e di transizione.

Per rispondere alle diverse esigenze degli utenti finali (enti istituzionali, società private, operatori turistici, ecc.) in merito al monitoraggio ambientale marino e costiero, Proambiente sviluppa prodotti e sistemi di supporto decisionale sia per operazioni di prevenzione ambientale e di pronto intervento sia per la gestione sostenibile delle risorse. Questi strumenti, pensati come integrazione ai sistemi di monitoraggio già esistenti, consentiranno sia attività di monitoraggio (in situ ed e in laboratorio), sia attività di controllo integrate da sistemi di telerilevamento satellitare secondo la filosofia GMES (Global Monitoring for Environment Security), in un’ottica di ottimizzazione e versatilità delle indagini finalizzata agli obiettivi richiesti.

Ambiti di Traferimento Tecnologico

  • Sistemi avanzati di monitoraggio ambientale marino, specializzati per tipologia di utente (es: monitoraggio ambientale, settore pesca, turismo, etc.), che integrino le informazioni satellitari e le previsioni disponibili attraverso il Marine Core Service del GMES e le trasformino in prodotti immediatamente fruibili da parte dell’utente finale.
  • Indicatori e prodotti di supporto per la valutazione dello stato dell’ecosistema marino costiero, metodi e algoritmi satellitari per l’identificazione delle soglie di allarme di problemi di emergenza ambientali, sistemi integrati di data management delle informazioni per lo sfruttamento dei prodotti osservativi satellitari avanzati in operazioni di pubblica utilità.
  • Sistemi di monitoraggio in continuo ed in real-time utili alla previsione dello stato dell’ecosistema marino e lagunare e sistemi integrati di monitoraggio della fascia costiera connessi a modelli DSS.
  • Sistemi e servizi innovativi ad alta componente tecnologica dedicati alla prospezione geofisica, geologica, geochimica delle lagune e più in generale delle aree sommerse a “bassa profondità”, per scopi di utilità pubblica e privata e a supporto della protezione e gestione ambientale.
  • Sistemi a basso costo di misura di parametri chimico-fisici, atti alla caratterizzazione locale dei fondali marini con vantaggi nella diagnostica ambientale, che potranno inserirsi nella strategia della gestione integrata delle aree marine di utilità pubblica e privata.
  • Sistemi in grado di riprodurre le condizioni naturali per fornire un supporto al monitoraggio e alla gestione ambientale di aree marine-costiere e di transizione.